Arbitro Bancario Finanziario

L'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) è un sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di servizi bancari e finanziari che possono sorgere tra i clienti e le banche e gli altri intermediari finanziari.
Per maggiori informazioni sul funzionamento del sistema è possibile accedere al sito internet dell'ABF, www.arbitrobancariofinanziario.it.
 
L'ABF è un organismo indipendente e imparziale nei compiti e nelle decisioni, sostenuto nel suo funzionamento dalla Banca d'Italia.
Il ricorso è deciso esclusivamente sulla base della documentazione prodotta dalle parti (ricorrente e intermediario); non è necessaria l'assistenza di un avvocato.
 
Prima di presentare ricorso all'ABF il cliente deve cercare di risolvere il problema presentando un reclamo scritto all'intermediario. Il cliente può rivolgersi all'ABF solo se l'intermediario non ha risposto al reclamo nei 30 giorni previsti oppure ha dato una risposta non soddisfacente. Non si può presentare ricorso all'ABF se sono trascorsi più di 12 mesi da quando è stato presentato reclamo all'intermediario.
 
Le controversie oggetto del ricorso devono riguardare un'operazione o un servizio bancario o finanziario (ad esempio conti correnti, mutui, prestiti personali, altri finanziamenti anche per l'acquisto di beni, carte di credito e bancomat e segnalazioni alla Centrale dei Rischi).
 
Se il contrasto sorto con l'intermediario non riguarda la prestazione di operazioni e servizi bancari e finanziari (compresi i servizi di pagamento), ma servizi o attività con finalità di investimento (ad es. negoziazione o collocamento di titoli, consulenza in materia di investimenti), bisogna rivolgersi all'Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF).
 
La controversia deve riguardare operazioni, servizi o comportamenti successivi al 1° gennaio 2009.
Con il ricorso all'ABF si può chiedere all'intermediario una somma pari o inferiore a 100.000 euro. Per somme superiori, l'ABF non può esaminare il ricorso in quanto supera il limite di valore della competenza del sistema stragiudiziale. Non ci sono invece limiti di importo, se si chiede soltanto l'accertamento di diritti, obblighi e facoltà (ad esempio, per la mancata consegna della documentazione di trasparenza o la mancata cancellazione di un'ipoteca dopo aver estinto un mutuo).
 
Per maggiori informazioni sulle modalità di presentazione del ricorso ed effettuazione del relativo versamento, è possibile accedere al sito internet dell'ABF, https://www.arbitrobancariofinanziario.it/presentare-ricorso/index.html.  
 
Banca Galileo pubblica in questa sezione la guida di approfondimento su questo sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie.


 
Arbitro Bancario Finanziario (ABF) in parole semplici
Sigla.com - Internet Partner